x

Richiedi informazioni

    Dichiaro di aver letto ed accetto la Privacy Policy

    x

    Consulenza online!

    Inviaci una foto e ti forniremo una prima consulenza in cui si valuterà le tue esigenze e il tuo obiettivo con le possibili tipologie di intervento.

    IMPORTANTE: questo servizio non è assolutamente da considerarsi come un sostituto della prima visita, indispensabile per formulare un piano di cura reale e affidabile, ed elaborare di conseguenza un preventivo.

      Dichiaro di aver letto ed accetto la Privacy Policy

      x

      Dott. Cabras

      Dott. Giovacchini

      Bite e sport

      È ormai dimostrato come una prestazione sportiva venga influenzata oltre che da un allenamento ed una preparazione atletica costante anche da altri fattori come la determinazione e la forza mentale dell’atleta ed una giusta alimentazione.
      L’approccio medico al giovane atleta deve quindi essere multidisciplinare.
      L’odontostomatologo sportivo ed in particolar modo lo Gnatologo sportivo è quel medico specialista odontoiatra che, dopo una attento esame clinico ed esami strumentali specifici, cerca di migliorare le performance atletiche e ridurre, fino alla scomparsa, alcuni infortuni muscolari ricorrenti altrimenti inspiegabili. Quando si è concentrati, tesi o nervosi, involontariamente si stringono i denti. Si tratta di un meccanismo occlusale del tutto naturale, che viene messo in atto dal cervello in determinate situazioni di stress psicofisico.

      Nel caso di disallineamento tra i denti dell’arcata superiore e quelli dell’arcata inferiore o rapporto errato di posizione tra le ossa mascellari e posizione dentale, è possibile andare incontro a seri disagi per uno sportivo compromettendone la postura e, di conseguenza, il rendimento: basta infatti una minima variazione di equilibrio per limitare la forza e la coordinazione delle potenzialità fisiche. Una masticazione non corretta per malocclusione o para funzioni come il serramento o il digrignamento dentale possono comportare dei disturbi muscolari che si riflettono in tutto l’organismo, portando da un lato ad una riduzione della capacità atletica e quindi delle performance sportive e dall’altro ad una maggiore suscettibilità ad infortuni muscolari.
      In questi casi, l’utilizzo di appositi dispositivi può migliorare le prestazioni degli atleti, ottimizzando i rapporti posturali. Apparecchiature come bite e paradenti, che permettono di proteggere i denti ed i tessuti orali dai traumi diretti o indiretti, sono diventate sempre più diffuse e di primaria importanza nello svolgimento dell’attività sportiva sia agonistica che amatoriale. Una corretta stabilizzazione della posizione mandibolare infatti porta ad un più corretto equilibrio posturale sia statico che dinamico, con conseguente riduzione degli infortuni muscolari ed articolari ed un miglioramento della prestazione sportiva. Inoltre, quando l’allineamento delle arcate è assicurato, i muscoli della mandibola sono rilassati e le vie respiratorie sono più efficienti, questo permette di respirare meglio e garantire una ossigenazione ottimale dei muscoli.
      Non è vero forse che un allenatore in gara dice all’atleta di stringere i denti nel senso di incitare a compiere un ultimo sforzo?
      Se però i denti non sono allineati e non combaciano tra loro, le diverse posizioni mandibolari influenzeranno a cascata diverse posizioni posturali durante lo sforzo creando quindi uno squilibrio muscolare .

      Copyright © 2022 Studio Dentistico Associato Dott. G. Cabras - Dott. C. Giovacchini P.Iva 02285370488 | Privacy Policy - Cookies policy - Powered by Direzione Web

      × Available from 08:00 to 18:00 Available on SundayMondayTuesdayWednesdayThursdayFridaySaturday